Caffè, rose e trattori


L’altro giorno mi chiama un mio amico/collega per un caffè.

Rispondo dicendoci a ello che ho 5 minuti liberi per lui e di vederci al solito posto che mi avrebbe riconosciuto da una rosa tra i capelli.

Ci vediamo al solito posto ma siccome che è inverno e le rose sono fuori stagione e il fiorista me la voleva fare pagare 10 euri che era pure tutta molle e brutta sono arrivato senza rosa nei capelli e il mio collega/amico non mi ha riconosciuto anche se c’eravamo solo io e lui nel locale.

Ci sediamo al solito tavolino che non è proprio un tavolino ma un divanetto comodo comodo con i cuscini morbidi che se non fosse un bar ti verrebbe da affittare la stanza e dormirci tipo bed en brecfast che pure le briosch con la marmellata sono buone ed il caffè non è pure nemmeno lui male anche se alle volte te lo fanno aspettare tanto che quando arriva è già ora di fare la seconda colazione come gli hobbit del signore degli anelli che il film signore degli anelli è bello ma la trilogia dell’hobbit è brutta e noiosa e non so se vado a vedere le altre puntate al cinema.

Il mio amico/collega (che pure ha cambiato lavoro e quindi non è nemmeno più collega mio ma di qualcun’altrui persona) mi racconta che va all’estero per qualche giorno ad una fiera ospite di una nota azienda ma che però si deve pagare il viaggio quasi per intero perché la nota azienda è in spending riviu e quindi ci mette solo 100 euri mentre la differenza di quasi 700 ce la deve mettere lui.

Cazzamente esclamo io mentre lui mi spiega che comunque la fiera è interessante e che vale la pena anche se gli girano le palle che una volta non era così e la spending riviu ci fa fare dei grossi sacrifici a tutti pure alle grosse aziende note e che anche lui fa i sacrifici ma alla fiera ci vuole andare perché magari ci sono pure le stendiste fighe che si rifà gli occhi per soli 700 euri.

Decido che il mio amico/collega che non è più collega mio ma rimane comunque amico mio ma anche di altrui persone non si merita più di essere fregato dalla nota azienda un’altra volta, la prossima volta lo frego io per primo e non gli faccio neppure vedere le stendiste fighe che tanto alle fiere dei trattori non so mica se sono così fighe.

Messaggio per l’amico: se leggi il post e capisci chi sono (anche se non ho una rosa tra i capelli che il fiorista ladro non mi vuole fare lo sconto e io 10 euri per quella schifezza non li spendo) sto scherzando.

Se non leggi il post ovviamente è tutto vero. 

Annunci

2 pensieri su “Caffè, rose e trattori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...